DUE SICILIE

DUE SICILIE

Un film documentario di Alessandro Piva


Trailer
Clicca qui per veder il trailer

Streaming

Guarda su Vimeo On Demand

Log line

Un documentario per valorizzare paesaggio, cultura del lavoro e identità storica siciliana, un concertato di filmati d’archivio, immagini della Sicilia di oggi e musica di tradizione rielaborata in chiave contemporanea.

Sinossi
La Sicilia tra ieri e oggi attraverso i più suggestivi repertori del Luce, rielaborati in sequenze originali girate sulle orme dei grandi maestri del passato. Paesaggi, natura, arti e mestieri. Tra colore e bianco e nero una potente prospettiva di aranci, miniere, distese di grano, eruzioni, tonni, saline, terremoti, emigrazioni e Sante.

Note di regia
Per decenni le immagini del patrimonio paesaggistico e culturale siciliano sono state catturate nel loro lento mutarsi in documentari, cinegiornali, filmati amatoriali, fermate in cartoline e in scatti privati, a volte quasi inconsapevolmente. Allo stesso modo i mestieri più antichi nel tempo si sono trasformati, senza peraltro mai lasciare del tutto indietro il legame con la tradizione. Ripercorrere i luoghi già raccontati dai cineoperatori del passato, in particolare dai grandi maestri De Seta, Saitta e Quilici, per cogliere i segni che l’uomo ha tracciato nella storia recente, e al contempo rimarcare l’immutabile identità dell’isola: è questo che Due Sicilie vuole raccontare, la storia della regione attraverso il lento mutare del suo paesaggio in stretta relazione con l’evoluzione dei mestieri.Terra, acqua, fuoco fanno da fil rouge visivo del film e evocano prima di ogni parola le suggestioni delle immagini tra ieri e oggi. Il loro continuo confronto ci racconta così l’essenza della Sicilia. La terra: con la raccolta delle spighe, l’antica mietitura, la lavorazione del pane. Uomini, rituali e canti di una tradizione millenaria, oggi spazzati via in nome della tecnologia, dove poche persone fanno l lavoro di tanti. L’acqua: con il turismo e la pesca, le imponenti tonnare divenute oggi musei o resort di lusso. Il fuoco con l’Etna, fra zampilli di lava incandescente e avvincenti immagini realizzate da pionieri, sciatori ed escursionisti di ieri e di oggi. Ma anche la tipica passionalità siciliana si unisce a questi elementi come una quintessenza, per chiudere il cerchio dell’esistenza. Se acqua terra e fuoco sono alla base della vita, il sangue ne rappresenta la morte e la rinascita. Sangue di tonni, sangue cavalleresco e di martiri, sangue di arance rosse, sangue bollente del vulcano. Questo progetto nasce dall’idea di stratificare i repertori su un’isola così ricca di suggestioni, per consegnare all’osservatore di domani una testimonianza sull’eterno, immutabile divenire dell’essere umano e dell’ambiente che lo circonda.


  • Share/Bookmark